Questo cortometraggio di Ramon & Pedro, racconta in circa 6 minuti la vita di un uomo, da bambino a vecchio, in un particolare momento della giornata, quando al mattino ci si sveglia e ci si lava il viso, i denti, ci si fa la barba… Il titolo è significativo Le miroir , Lo specchio, che mostra il volto che cambia col passare degli anni, racconta i cambiamenti, la crescita, la felicità, i dolori, le soddisfazioni, le perdite fino alla vecchiaia.

Dietro a questo cortometraggio c’è parecchio lavoro, e giustamente ha vinto diversi premi come ad esempio il premio “most creative short” , il cortometraggio più creativo, a lo Shanghai International Film Festival, e “the audience award”, il premio per l’audience, al Manlleu Film Festival in Spagna.

Premiato anche al festival di Locarno del 2010, Le Miroir è uno spaccato molto significativo della metafora della vita, che ci costringe a guardarci in faccia ogni mattina che ci mette davanti la nostra vita e ci dimostra senza menzogne come cambiamo, come invecchiamo, lo specchio non è visto in questo caso come oggetto di vanità, ma come crudo proiettore della nostra esistenza.

L’uomo cambia e lo specchio lo mostra così com’è senza addolcirlo, senza girarci intorno, mostra quello che siamo in realtà, quello che l’uomo è in quel preciso momento, senza pensare a cosa è stato e a cosa sarà. Lo specchio è il presente, è oggi. Ci restituisce esattamente quello che siamo, non quello che vorremmo essere o quello che crediamo di essere.

Lo specchio dovrebbe spaventarci, nella sua banalità è l’unico oggetto che non ci mente mai.

 

Se volete vedere come il film è stato realizzato potete visitare direttamente il sito de Le Miroir.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter