Il regalo più bello per Natale? Una mela

Siamo ormai giunti nel pieno del periodo natalizio. E come ogni anno iniziano la corsa ai regali, la scelta degli addobbi, le vacanze dal lavoro o dalla scuola. Un turbinio di eventi, cose da fare, viaggi da organizzare. Ma tutto ciò nulla ha a che fare con la vera essenza del Natale.

Siamo così occupati a riempire mente, stomaco e tempo che ci siamo dimenticati del Natale. In questo periodo si celebra la nascita di Gesù e dovrebbe essere un modo per poter rinascere anche noi, per poterci migliorare, per poter crescere. Credenti o non credenti, questo momento di pausa concreta dalle attività di tutto l’anno dovrebbe davvero essere un momento di pausa interiore per ognuno di noi: che senso perverso ha riempire questo vuoto con oggetti, abbondanza di cibo, vacanze di lusso? Probabilmente questo vuoto ci spaventa e non sappiamo gestirlo: dobbiamo riempirlo in qualsiasi modo!

Ma il vuoto natalizio non è un vuoto negativo: non è il nulla, non è inerzia passiva. E’ un vuoto da colmare con pensieri, azioni e valori profondi e sensati.

Ognuno di noi ha la possibilità di fermarsi in questo periodo dell’anno ma pochi lo fanno davvero. Eppure sarebbe un’occasione così preziosa e costruttiva! Fermarsi durante questa pausa obbligata è un sano allenamento interiore: ci aiuterebbe senza dubbio a vivere in modo più autentico tutti i giorni della nostra vita.

Perchè sentiamo ancora di più l’obbligo di comprare oggetti, giochi, vestiti in questo periodo dell’anno? Vi siete mai chiesti che senso ha donare qualcosa a qualcuno? Il dono a Natale è un’usanza meravigliosa ma solo se compiuta nel modo giusto: avvicina le persone, riesce a mandare un messaggio d’affetto, è veicolo di significato. Ma tutte queste caratteristiche positive e sorprendenti del dono si perdono e diventano deleterie se regaliamo ciò che la pubblicità ci consiglia di comprare.

Si può donare amore anche solo donando una mela, una preziosissima mela. Quella stessa mela che per tutto l’anno abbiamo provato a far crescere sul nostro albero di mele piantato in giardino. Una mela dal significato profondissimo che racchiude in sè stessa tutto il nostro tempo e la nostra dedizione. Una mela senza pesticidi, una mela appena colta che conserva ancora tutte le sue proprietà nutritive, una mela che abbiamo deciso di donare a quella particolare persona, una mela unica al mondo…

Ma di esempi così ce ne sono un’infinità. Tutti dal significato speciale e che non hanno bisogno di essere accompagnati da soldi o da chissà quale gioiello costosissimo. Sono le azioni semplici e vere le più autentiche!

Dobbiamo far emergere la nostra creatività spesso troppo celata e nascosta, dobbiamo ri-iniziare a vivere con significato!

Ecco perchè il mio augurio è un augurio speciale: auguro a tutti voi di poter trovare ognuno la propria mela e di saperla donare al mondo con tutto l’amore che essa racchiude!

Buon Natale allora, ma che sia quello vero!

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 19/12/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655