Depurare l’aria di casa: ecco 12 pratici consigli

IMG_1027

La casa, per definizione, è quella struttura che generalmete ospita uno o più nuclei famigliari e talvolta anche animali, e che viene utilizzata dall’uomo per ripararsi dagli agenti atmosferici.

A fronte di questo, dunque, si considera la casa un luogo protetto e sicuro. Ma sapevate, invece, che l’aria che respiriamo dentro la nostra casa può essere ben cinque volte peggiore di quella che respiriamo all’esterno?

A dimostrarlo era stato uno studio condotto dai ricercatori dell’Enviromental Protection Agency (Epa), l’Ente statunitense di protezione ambientale.

Le fonti di tale inquinamento andrebbero ricercate nei cosiddetti COV, ossia i Composti Organici Volatili, contenuti nei prodotti per la pulizia della casa, degli uffici e di tutti gli ambienti di vita, come pure in pitture, vernici e smalti, nelle candele profumate e nei bastoncini d’incenso, nei vestiti e nella tappezzeria sottoposti a lavaggio a secco, nell’utilizzo di stufe a legna e caminetti, e ovviamente, nel fumo di sigaretta.

Da non dimenticare, poi, l’inquinamento dovuto a batteri, funghi e muffe originatesi negli ambienti troppo umidi.

Cosa fare, dunque, per ridurre al minimo questo inquinamento domestico? Ecco qui di seguito qualche pratico consiglio.

1- Lasciare le scarpe fuori la porta d’ingresso. Si tratta di un’usanza tipica in diverse parti del mondo, un’usanza che anche noi dovremmo seriamente prendere in considerazione: lasciando fuori le scarpe, infatti, si evita di fare entrare in casa tutti quei germi e quei batteri che vanno a finire sotto le suole delle nostre scarpe e che, di conseguenza, vanno a depositarsi sul pavimento. Un consiglio da tenere in considerazione sopratutto se si hanno dei bambini che gattonano e giocano sul pavimento.

scarpegiappone

2- Leggere attentamente le etichette e non miscelare mai i prodotti. Solo leggendo le etichette ci possiamo rendere conto degli agenti chimici contenuti all’interno del prodotto, per tal ragione si consiglia di preferire prodotti naturali ed ecologici. Inoltre, non mischiate mai acido muriatico, candeggina e ammoniaca per non dar luogo a vapori estremamente tossici.

3- Utilizzare aspirapolveri con il filtro dell’aria HEPA. Così facendo, infatti, si avrà la certezza di trattenere tutti gli acari presenti in casa durante le vostre pulizie. Inoltre, una pulizia a vapore sarebbe l’ottimale per garantire un’igiene completa in tutta la casa.

4- Installare un depuratore d’aria. Molto utile per per facilitare il continuo ricambio di aria all’interno della nostra casa. Mi raccomando, assicuratevi dicontrollare periodicamente i filtri, che dovrebbero essere del tipo HEPA.

5- Ccegliere materassi anallergici. Questi, infatti, rilasciano ioni d’argento i quali risultano antibatterici

6- Utilizzare antiacari per materassi, cuscini, divani.

7- Preferire mobili naturali. Sì, perchè gli arredamenti ultramoderni contengono colle e finiture piene di sostanze chimiche che finiscono direttamente nei nostri polmoni.

8- Per la pulizia dei mobili utilizzare semplicemente panni in microfibra. Sì, piuttosto che impiegare i classici spray “mangia polvere” che sono per lo più a base di formaldeide, per detergere il mobilio basta utilizzare un panno in microfibra.

La-pulizia-del-legno

9- Limitare l’uso di deodoranti spray. Saranno pure profumati, ma sono ricchi di sostanze chimiche che, inalate, non fanno di certo bene al nostro organismo.

10- Utilizzare vernici a base d’acqua, comunemente dette idropitture, per pareti o mobili.

11- Limitare l’uso di stufe a legna e caminetti se privi di sistemi a norma di smaltimento dei fumi. Per lo stesso motivo, ovvero lo sprigionamento di benzene e sostanze prodotte dalla combustione, è meglio limitare l’accensione di candele profumate e bastoncini d’incenso.

12- Munitevi di piante verdi disinquinanti capaci di rigenerare l’aria. Tra le più efficaci ci sono senza dubbio il ficus, l’edera e l’aloe vera.

Le conseguenze di un’aria non purificata in casa possono essere diverse e più o meno fastidiose. Tra le altre ci sono: allergie, irritazioni alla pelle, fastidio a respirare, odori sgradevoli, emicranie, spossatezza, attacchi di asma, sinusiti, malessere non meglio identificato, presente solo in casa, che scompare una volta all’aria aperta.

Daniela Bella

Daniela Bella

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Daniela Bella il 02/12/2013
Categoria/e: Igiene della Casa, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655