Importante Sentenza: Riconosciuti al Papà i Permessi per l’Allattamento

Grande vittoria quella di Isabella Dessalvi, avvocato e Consigliera di parità della Provincia di Cagliari, che si occupa di discriminazione di genere sul lavoro.
Grazie al suo operato si crea un precedente che fa si che venga riconosciuta la piena equiparazione del lavoro casalingo a qualsiasi altro lavoro, e tutela il diritto dovere alla genitorialita’ condivisa, a sostegno delle donne.
Il Tar della Sardegna ha riconosciuto ad un papà poliziotto i permessi di allattamento che gli erano stati dapprima negati visto che la madre era casalinga.
Il papà aveva chiesto il permesso per uno solo dei due gemellini, ma gli era stato negato, ora il tribunale ha sentenziato che il ministero dovrà pagare lo stipendio di ogni singolo giorno di cui non ha potuto godere, visto che ormai i gemelli hanno due anni e i permessi non sono più usufruibili.
Isabella Dessalvi spiega che: “Il ruolo della consigliera di parità è tutelare le lavoratrici e i lavoratori dalle discriminazioni subite in ragione del sesso e ora la promozione delle pari opportunità tra uomini e donne nel lavoro viene rilanciato da questa sentenza che crea un precedente molto importante“.
Inoltre alla redazione di Eticamente, Dessalvi racconta l’importanza della suddivisione del carico di lavoro casalingo:
“Questa sentenza e’ molto importante perché vede il riconoscimento del diritto-dovere di entrambi i coniugi di assistere ed educare la prole, soprattutto perché la mamma lavoratrice casalinga e’ distolta dalla cura dei figli come una qualsiasi altra mamma lavoratrice.
Sentenze come questa sono fondamentali, ma la vera sfida e’ favorire il cambiamento culturale, giacché in Italia, anche per un retaggio arcaico che vede la donna relegata alla cura della famiglia e della casa, tutto il lavoro di cura è prevalentemente in capo alle donne e  questo impedisce una piena affermazione delle donne sul mercato del lavoro”.
 

 

Un grande passo avanti che permetterà alle donne di sentirsi meno isolate dal mondo del lavoro, e sarà un’opportunità per i padri di crescere i propri figli.

Riconoscere il lavoro di casalinga come un qualsiasi altro lavoro è un sintomo che le cose stanno davvero cambiando, che la donna non è più vista come una volta, il lavoro di casalinga è faticoso, impegnativo, lava, stira, pulisci, fai da mangiare, accudisci i figli, crescili, educali… insomma una donna casalinga non si ferma mai ed ora il suo lavoro viene riconosciuto da un tribunale.

Grazie Isabella Dessalvi a nome di tutte quelle donne casalinghe che ora saranno un po’ meno disperate!

 

Di seguito potete leggere direttamente il comunicato stampa della provincia di Cagliari. (potete scaricarlo in formato .pdf cliccando sul link –> Comunicato stampa Provincia di Cagliari 27.11.2013)

 

CONSIGLIERA PARITA’ PROVINCIA VINCE RICORSO AL TAR PER PERMESSI ALLATTAMENTO PAPA’

Anche gli uomini, se lo richiedono, devono avere i permessi per l’allattamento dei propri figli. E’ quanto stabilisce la sentenza dei giudici del Tar Sardegna che si sono espressi sul merito di un ricorso presentato dalla consigliera di Parità della Provincia, Isabella Dessalvi. La consigliera ha deciso di rivolgersi al tribunale amministrativo regionale in seguito a una segnalazione di un assistente di polizia, diventato padre di due gemellini, a cui sono state negate direttamente dal Ministero dell’Interno, che dovrà risarcire il danno, le ore di permesso per l’ allattamento.

“Il ruolo della consigliera di parità – spiega Dessalvi – tutelare le lavoratrici ed i lavoratori dalle discriminazioni subite in ragione del sesso e la promozione delle pari opportunità tra uomini e donne nel lavoro, viene rilanciato da questa sentenza che crea un prece dente molto importante. Spesso – prosegue – i lavoratori e le lavoratrici hanno paura di intentare una causa contro il proprio datore di lavoro e si appoggiano all’istituzione che può difenderli e supportarli nella rivendicazione dei propri diritti”.

Ed è proprio sul piano del diritto paritetico di entrambi i genitori di curare i figli che questa sentenza assume una grande importanza. Nel provvedimento del Tar Sardegna si parla di questione controversa, si ricordano diversi orientamenti giurisprudenzia li in materia e si ritiene l’orientamento favorevole alle richieste di parte ricorrente “più rispettoso del principio della paritetica partecipazione di entrambi i coniugi alla cura e all’educazione dei figli, principio che affonda le sue radici nei precet ti costituzionali contenuti neglli artt. 3,29, 30 e 31”.

“Nella fattispecie – prosegue Dessalvi – la sentenza è estremamente importante anche perché riafferma la pari dignità del lavoro casalingo rispetto a ogni altro lavoro. Il diritto del padre non è i nfatti stato applicato perché la madre dei bambini è casalinga, laddove dei riposi giornalieri – aggiunge – può usufruire anche il padre a determinate condizioni, una di queste è che la madre non sia lavoratrice dipendente. In questo caso di parto plurimo , tra l’altro, i riposi sono raddoppiati, ma il padre, con grande senso di responsabilità, li ha chiesti per uno solo dei suoi figli”.

Dessalvi evidenzia anche che la sentenza è stata depositata il 25 novembre “quasi un modo simbolico per rilanciare il pr incipio di parità e pari opportunità tra donne e uomini nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne”.

Cagliari, 27 novembre 2013

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter

Tweets di @Eticamente

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 02/12/2013
Categoria/e: Lavoro, Lavoro e Leggi, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655