Olio essenziale di limone: scopriamo come utilizzarlo

Un giorno il dio Benaco si innamorò della ninfa Fillide e dal loro amore nacquero due gemelli: Grineo e Limone. Crescendo i due, contrariamente ai desideri del padre, si dedicarono alla caccia ed un giorno Limone fu attaccato dai cinghiali e ucciso. Fillide disperata pregò il marito affinché usasse i suoi poteri per riportarlo in vita, così, Benaco usò dei fiori magici per riportare in vita il figlio. Il giovane rinunciò alla caccia e si ritirò in una zona riparata per coltivare egli alberi da frutto che presero il suo nome.

Il limone è un agrume molto utilizzato, sia per il suo aroma sia per la versalità in cucina, anche grazie al suo potere disinfettante che ne ha fatto uno dei condimenti essenziali in molte aree del mondo, inoltre è ricco di vitamina B, vitamina C (che facilità l’assorbimento del ferro), fosforo e al contrario di quello che spesso si crede, benché sia apparentemente acido, è in realtà recepito dall’organismo come elemento basico.

Come altri agrumi al limone si ricava un olio essenziale piacevole e benefico (il limone non ha particolari controindicazioni, ma in caso i patologie gastriche è opportuno consultare il medico prima i utilizzarlo ed è opportuno non applicarlo sulla pelle prima di esporsi al sole perché potrebbe causare macchie).

L’olio essenziale di limone, oltre ad essere un’essenza ottima da diffondere nell’ambiente per favorire la concentrazione e rinfrescare l’ambiente, può essere utilizzato anche in altri modi anche in associazione con altri oli essenziali o con l’olio d’oliva.

Proprio emulsionato insieme all’olio di oliva può essere un’ottima cura per la pelle, la rende morbida e la reidrata; aggiunto ad una tisana di zenzero favorisce la digestione; miscelato con l’olio essenziale di tea tree oil (entrambi in dosi minime, al massimo un paio di gocce) è un buon rimedio contro l’herpes, basterà applicarlo con un po’ di cotone; con l’acqua è ottimo sia come depurativo che contro l’alitosi; veicolato con l’olio di mandorle dolci è un buon anticellulite; può poi essere aggiunto allo shampo per sgrassare e profumare i capelli; miscelato con il burro d’argan o di karitè è benefico per le unghie (una o due gocce per un cucchiaino di burro); con pompelmo e rosmarino su una base neutra di crema idratante o emulsionato con l’olio di mandorle per alleviare la stanchezza delle gambe.

Può essere utilizzato anche per massaggi nella zona del plesso solare, per rinvigorire e rivitalizzare, risvegliare l’energia ed armonizzare l’equilibrio psicofisico.

 

 

 

 

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 01/11/2013
Categoria/e: Anteprima, Notizie.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655