Lo volete fare un albero di Natale alternativo? Benissimo, allora perchè non sfruttare una rivista? avete presente quelle spesse con un dorso rigido, come per esempio il Topolino, oppure le riviste di casa o viaggi, sono sempre molto belle con un dorsetto rigido che sostiene bene il nostro albero… e vedrete perchè 😀

La prima cosa da fare è aprire la rivista e partendo dalla prima pagina iniziare a piegarle tutte in questo modo…

Fatelo con tutte le pagine, non occorre che pressiate molto le piegature, ma fate in modo che rimangano abbastanza fisse. Più la rivista è spessa migliore sarà l’effetto. Se la pagina piegata sborda oltre il limite inferiore della rivista ripiegate l’eccesso su se stesso facendo in modo che rimanga all’interno della piega.

Ora che avete tutte le pagine piegate, prendete le due copertine e fissatele insieme aprendo la rivista di 360 gradi e poi ritagliatele seguendo la piega delle pagine, se non volete ritagliarle potete piegarle come le pagine e poi fissarle con la pinzatrice o con il nastro adesivo, ma se sono spesse risulta un po’ difficile.

Lavoro eseguito da Elisa Rebughini

Ora armiamoci della nostra fidata colla vinilica e la mescoliamo con un po’ di acqua, andate un po’ ad occhio, circa due parti di colla e una di acqua, ma dipende molto la tipo di carta della rivista. La colla deve essere abbastanza fluida da infilarsi tra le pagine ma non troppo liquida da arricciarle.

Ora prendete un piatto, appoggiate sopra l’albero e iniziate a passarci sopra la colla con un pennello, in modo che le pagine rimangano ben fisse, potete fare colare un po’ la colla sul dorsetto della rivista per fissare meglio le pagine, non inzuppatelo di colla fate solo in modo che si irrigidisca un po’,

Una volta asciutto (fate passare almeno una notte), potete passare alla fase di decorazione. Con un po’ di tempera verde, rossa e bianca, se l’aveta anche un po’ di dorata, fiocchetti, palline, porporina e quant’altro vi suggerisce la fantasia!!

Se ne avete la possibilità potete anche raccogliere delle piccole pigne da incollare con la colla a caldo!

Lavoro eseguito da Elisa Rebughini

[Le immagini provengono da Google Immagini, se sono di vostra proprietà fatecelo sapere provvederemo a inserirne il riferimento o a sostituirla. Grazie]