La pasta di sale: Ricetta ed Uso

La pasta di sale è una pasta modellabile ottenuta appunto con il sale e la farina, assolutamente ecologica e adatta ai bambini, anche ai più piccini.

In rete ci sono tante ricette, ma la classica è quella dove all’interno c’è solo farina, sale e acqua.

Le proporzioni sono una parte di sale ogni 2 parti di farina, acqua quanto basta.

 

Proviamo insieme a realizzarla.  Occorrente:

Terrina, magari di plastica se si lavora con i bimbi.
1 tazza di sale
2 tazze di farina
acqua del rubinetto

Il sale sarebbe meglio polverizzarlo in un frullatore, per avere una pasta più liscia ed omogenea.

Mescolate il tutto con un cucchiaio di legno, aggiungendo poco alla volta l’acqua. Il composto deve risultare morbido ma compatto, non appiccicoso ma malleabile senza che si “spacchi“.

Una volta che è pronto potete dare sfogo alla fantasia!!

La pasta di sale così prodotta può essere colorata una volta asciutta con le tempere o con gli acrilici oppure potete fare direttamente la pasta colorata aggiungendo del colorante alimentare all’acqua in fase di preparazione.

Se la lavorazione è sottile potete lasciarla asciugare all’aria o su un calorifero, ma se è una figura più spessa di 2 cm vi consiglio di asciugarla in forno. Prima di tutto lasciate asciugare la figura all’aria fin quando non risulterà “secca” al tatto, poi mettetela in forno a 50-60° per un paio d’ore. Attenzione che non imbrunisca, se così fosse tiratela subito fuori!!

La pasta di sale è soggetta ad assorbire l’umidità una volta essiccata… quindi consiglio di coprire l’opera con del flatting all’acqua trasparente (quello per il decoupage), facendo attenzione a coprire bene tutta la superficie. Potete dare una finitura lucida od opaca secondo i vostri gusti.

In rete ho trovato anche un’altra ricetta molto interessante che aggiunge all’impasto classico qualche goccia di olio di oliva, in modo da rendere l’impasto più liscio ed elastico.

E addirittura ho trovato una ricetta che prevede una lunga cottura prima dell’utilizzo in modo da poterla utilizzare più volte nell’arco di mesi…

Eccola:

100 gr. di farina
50 gr. di sale fino
10 ml. di olio di semi o d’oliva
60 ml. di acqua

Una volta ottenuto un bell’impasto liscio e omogeneo bisogna mettere in forno a 130◦ per 4/5 ore e poi lasciarlo raffreddare. Questo impasto lo si può mettere in un contenitore ben chiuso e conservato in frigo può essere utilizzato fino a 6 mesi, si può giocare e rigiocare con questa pasta come se fosse la plastilina.

Per glassare la pasta di sale potete  spennellare la vostra opera con un tuorlo d’uovo sbattuto con un cucchiaio d’acqua e poi infornarla per altri 30 minuti (ammetto di non averlo mai provato però).

La pasta di sale normale o quella con le gocce d’olio potete conservarla in frigo qualche giorno se la mettete in un sacchetto di quelli ermetici.

Per assemblare le varie parti di una vostra opera potete utilizzare un goccio d’acqua, farà da collante naturale!

Io un anno ho fatto le decorazioni per l’albero di Natale, aggiungendo un gancetto prima della cottura potrete appendere le vostre opere!

Per modellarla potete usare di tutto, dal matterello alle formine per i biscotti, piuttosto che i vari attrezzi da scuote, ma anche le formine dei vostri bimbi, cucchiaini, stuzzicadenti, forchette, tappi di bottiglie, monete, pizzi, qualsiasi cosa!!!

Potete anche fare le manine dei vostri bimbi o i piedini…

Per abbellirle, dopo la cottura potrete aggiungere pizzi, fiocchi, occhi, fiori secchi, capellini, capelli di lana… insomma la fantasia la fa da padrona e non mettendo limiti potrete fare delle cose meravigliose!!

I più bravi riescono addirittura a creare dei gioielli, aggiungendo gancetti, spille e quant’altro oppure forando con ago e filo per farne delle perline… il tutto prima della cottura…

NB: tutte le immagini di questo articolo sono prese da Google immagini, se qualcuno riconosce il proprio lavoro o la paternità delle immagini è pregato di farlo presente, provvederemo a citarlo o a rimuovere l’immagine. Grazie. 

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter

Tweets di @Eticamente

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 25/11/2013
Categoria/e: Angolo delle Idee, Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655