Vaccinazione pediatrica contro il morbillo, parotite, rosolia e varicella: l’AIFA pubblica i dati delle sospette reazioni avverse relative al 2012

La vaccinazione contro morbillo, parotite, rosolia e varicella è nota come MPRV e può provocare, come gli altri vaccini, delle reazioni avverse. Già negli anni passati, sulla vaccinazione MPR, che non comprende la varicella, è stata aperta una discussione perché erano stati segnalati alcuni casi sospetti. In prima battuta , il Ministero ha proposto delle vaccinazioni combinate comprendenti morbillo, rosolia e parotite; in seguito è stata aggiunta la vaccinazione contro la rosolia. L’obbligatorietà di questo vaccino è scattata nel 1999 e prevede che la prima dose venga somministrata nel periodo compreso fra il dodicesimo ed il quindicesimo mese di vita.

L’AIFA ha diffuso i dati relativi alle reazioni avverse della vaccinazione pediatrica contro morbillo, parotite, rosolia e varicella per quanto riguarda l’anno 2012.

Per quanto riguarda l’anno 2012, le segnalazioni avverse sono relative soprattutto a quello trivalente e al suo abbinamento con la vaccinazione contro la varicella. Le reazioni avverse riguardano, soprattutto, il MPRV; i sintomi sono iperpiressia, eruzioni cutanee seguite dalla convulsioni febbrili. Per quanto concerne le convulsioni febbrili, il Ministero della salute ha emanato delle direttive per la vaccinazione contro la varicella; in base ad una ricerca effettuata dall’azienda che produce il vaccino, è emerso che il rialzo termico e le convulsioni compaiono dai 5 ai 12 giorni dopo la prima somministrazione. Nonostante questi dati, il Ministero ha sollecitato la vaccinazione contro la varicella sia per i bambini che per gli adulti.

Una reazione avversa particolarmente importante ha riguardato un adolescente che aveva ricevuto, in contemporanea, la dose di vaccino contro il meningococco. Il paziente ha subito uno shock anafilattico che poi è stato però superato. Nel 2012, le reazioni avverse al vaccino MPR sono aumentate. Un’adolescente, che da pochi giorni era stata vaccinata contro il meningococco, il tetano e la difterite ha accusato un’anemia emolitica coombs negativa. La paziente, dopo sei mesi dalla segnalazione, non ha ottenuto una guarigione completa a causa di dolori al rachide, dell’ipertensione e della comparsa della sindrome di Sweet. Inoltre, per altri due pazienti, che si trovavano in condizioni patologiche, la vaccinazione MPR ha causato la morte.

Le reazioni avverse causate da questo vaccino hanno riguardato anche un numero maggiore, rispetto al 2011, dell’orticaria; infatti, si è passati dalle 9 segnalazioni del 2011 alle 21 del 2012. Per quanto riguarda l’orticaria, questa è una reazione già conosciuta e già affrontata anche nella scheda tecnica del vaccino stesso.

Un altro caso riguarda la comparsa del morbillo insorto dopo la seconda somministrazione del vaccino. Questa reazione avversa è stata registrata in una bambina di sei anni che , dopo nove mesi dalla seconda dose di vaccino, ha sviluppato il morbillo insorto. Per quanto riguarda questa paziente, è importante sottolineare che la spiegazione è reperibile in un fallimento della somministrazione.

Le reazioni avverse più diffuse nei pazienti che sono stati vaccinati con MPRV e MPR sono relative a tre system organ class, ossia SOC; all’interno di queste vi sono però delle percentuali differenti. Fra quelle maggiormente riscontrate vi sono le patologie sistemiche, patologie della cute e del tessuto sottocutaneo e le patologie a carico del sistema nervoso.

Eleonora Casula

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Eleonora Casula il 20/11/2013
Categoria/e: Bambini, Notizie.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655