La frutta è meglio sbucciarla o mangiarla intera?

La frutta è meglio mangiarla intera o sbucciata? La frutta è un alimento prezioso ed indispensabile per l’alimentazione quotidiana. Essa non fa assolutamente male se mangiata in eccesso, anzi consumata in qualunque momento della giornata, anche come spuntino, farà sempre bene.

Addirittura se consumata durante i pasti, contribuisce all’assorbimento del ferro degli altri vegetali e a pulire la bocca dai grassi e dai residui di cibo. Pensate gli esperti consigliano di mangiare frutta almeno 5 volte al giorno.

Alla domanda sopra esposta, rispondiamo che molti di noi spesse volte abbiamo paura che la buccia possa essere contaminata da pesticidi e quindi ci porta a pensare che è meglio sbucciarla per evitare problemi. Ma d’altro canto, la buccia della frutta è ricca di fibre, ossia la parte di frutta e verdura che non viene digerita, ma che aiuta a regolare il funzionamento e a proteggere la salute dell’intestino.

Quindi quando mangiate la frutta non eliminate i suoi preziosi nutrienti, come la polpa che è ricca di vitamine e minerali. Forse è meglio dare un’occhiata invece ai succhi di frutta, preferibile prepararsi una spremuta o un succo fresco, senza eliminare la parte fibrosa.

La frutta quindi fa molto bene e il suo supporto agevola e favorisce il nostro organismo.

Noi vi consigliamo di consumare solo frutta biologica con la buccia. Ci sono tuttavia dei frutti che possono essere consumati anche non biologici poichè poco trattati: sono l’anguria, i pompelmi, i kiwi, il mango, l’avocado, l’ananas ed i meloni.

Luigia Bruccoleri

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Luigia Bruccoleri il 18/11/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655