Semi di Zucca amici di Morfeo: ecco per quali ragioni farne uso

I semi di zucca sono antichissimi, ne sono state trovate tracce in reperti messicani risalenti al 6000 a.C ed a conferma di questo c’è il fatto che la zucca, in certe aree del Messico cresce ancora in modo spontaneo, il che ne giustifica la presenza in reperti così lontani nel tempo, si presume, infatti, che fosse uno degli alimenti base della dieta, semi inclusi o forse, secondo alcune ipotesi, inizialmente furono proprio i semi ad essere l’attrattiva alimentare principale, sembra infatti che il sapore delle zucche che crescono spontaneamente sia molto amaro, quindi è probabile che si utilizzassero esclusivamente o principalmente i semi.

Quindi, con buona approssimazione, possiamo dire che gli Indios la coltivarono per i semi e che Inca, Atzechi e Maya iniziarono a selezionare le prime varietà per renderle più appetibili, dolci e polpose. Zucca e semi arrivarono in Europa, intorno al XVI secolo come testimonia la presenza di zucche in un dipinto del 1517, ad opera di Giovanni da Udine. In epoca moderna si è abbandonato in gran parte l’utilizzo culinario dei semi e ci si è dedicati di più alla zucca, ma in realtà i semi sono ricchi di proprietà ed avendo un alto livello di magnesio contribuiscono a calmare il corpo e a conciliare il sonno, agendo quindi su uno dei principali elementi di mantenimento del benessere psico-fisico: la qualità del riposo.

 

Quella di essere dei buoni alleati di Morfeo non è però l’unica qualità di questi semi così antichi:  -Sempre grazie all’elevato contenuto di magnesio, sono anche benefici per il cuore e favoriscono una corretta attività cardiaca; contengono omega 3 e zinco, minerale prezioso nella prevenzione e nella cura delle patologie legate alla prostata e consigliato anche durate la gravidanza; sono una fonte di proteine altamente digeribile e contengono ferro, quindi sono degli ottimi integratori.

Possono essere consumati crudi o tostati. Possono essere aggiunti alle insalate o mangiati come snack, come la maggior parte dei semi, contribuiscono a dare sazietà e favoriscono le funzioni intestinali e rappresentano un ottima scelta in caso di dieta.

Un ricetta: pane o panini con i semi di zucca

Ingredienti: 300 g farina integrale bio, 200g farina 0 bio, 120g pasta madre rinfrescata ,400 g acqua minerale, 1 cc di malto d orzo, 2 cc di sale marino integrale o di sale rosa himalayano, 4 manciate di semi di zucca, semola di grano duro integrale per la finitura.

Preparazione: sciogliete la pasta madre nell’acqua a temperatura ambiente e il malto d’ orzo, aggiungete le farine e il sale amalgamando il composto, aggiungete i semi di zucca, lasciandone un po’ per la finitura e amalgamate fino ad ottenere una palla dalla finitura grossolana. Coprite la scodella con un coperchio e lasciate lievitare per 18-20 ore. Trascorso il tempo, versate l’impasto su un tagliere ben infarinato e Lasciate lievitare il tutto ancora 2-3 ore con il seme rivolto verso il basso il tutto avvolto in un canovaccio pulito e infarinato- infine modellate pagnotta o panini e cuocete per circa 40 minuti in forno preriscaldato a 230 gradi.

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 10/11/2013
Categoria/e: Alimentazione, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655