Mog, il gatto semiparalizzato che impara a nuotare per tornare a correre [VIDEO]

La notizia che vi stiamo per raccontare ha dell’incredibile ed è straordinaria. Come tutti sappiamo i gatti hanno una paura tremenda dell’acqua, ma questo non accade a Mog, un graziosissimo gatto semiparalizzato.

Mog è un gatto di Lostwithiel, in Cornovaglia, che purtroppo è rimasto semiparalizzato a causa di un incidente: è stato investito da un auto ed ha perso l’uso delle zampe anteriori. Mog ha però iniziato un periodo di riabilitazione, facendo l’idroterapia in piscina che gli sta regalando momenti benefici e che grazie a questo sta riacquistando la forza di camminare.

Come abbiamo già citato sopra, Mog a febbraio è stato investito da un auto, che non gli ha procurato alcuna frattura di osso, ma gravi danni ai nervi. Pensate dopo il brusco incidente, Mog riusciva solo a strisciare e a sedersi sulle zampe posteriori, proprio come un coniglio. E’ stato così che la padrona, Veronica Ashworth, si è convinta a portare Mog in un centro di idroterapia per animali.

La terapista del tenero Mog, che si chiama Ros Boisseau, ha così voluto raccontare: la prima volta che l’ho messo in acqua mi ha guardato con orrore, ma poi ho detto a Veronica di chiamarlo. Allora ha miagolato e ha nuotato attraverso la piscina per raggiungerla. Non avevo mai fatto idroterapia con un gatto prima, perché di solito i gatti non amano nuotare. I nervi di Mog sono ancora danneggiati, ma ha fatto dei notevoli miglioramenti”.

Che i gatti odino l’acqua lo sappiamo benissimo, infatti, anche per Mog il suo primo giorno di terapia non è stato facile, questo lo racconta la sua padrona Ashworth sulle pagine del ‘Daily Mail‘: “il primo giorno, Mog era terrorizzato. Poi ha iniziato a provarci gusto e ora si applica con costanza nella riabilitazione”.

L’istruttrice ha poi voluto parlare della seduta di Mog che ha una durata di 15 minuti a volta e il costo è di 30 sterline: “non avevo mai affrontato un percorso di idroterapia con un gatto. Mog sta recuperando in fretta. Ancora qualche lezione e Mog potrà tornare a correre e a saltare in braccio alla sua padrona. Proprio come faceva sempre, fino a un anno fa.”

Dunque questa storia è davvero toccante e dovremmo prendere tutti esempio da Mog, un tenero gatto che ha voglia di vivere come tanti altri e che con il sacrificio delle sue terapia IN ACQUA, mostra la sua voglia di guarire e tornare a correre e saltare.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Luigia Bruccoleri

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Luigia Bruccoleri il 03/11/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655