PicoBrew Zymatic, l’apparecchio per produrre della birra fatta in casa in poco tempo

Amanti della birra, ecco una piacevole notizia per tutti voi! Se vi siete sempre chiesti come poter realizzare un’ottima birra comodamente da casa, in modo semplice e veloce, ecco la soluzione che potrebbe fare al caso vostro: si chiama PicoBrew Zymatic ed è uno speciale apparecchio che vi permettere di preparare della birra artigianale di buona qualità.

Lo strumento è stato messo a punto da Bill Mitchell, imprenditore ed ex dirigente della Microsoft, in collaborazione con il fratello Jim, anche lui ex collega Microsoft.

Per mettere in piedi questo progetto, Mitchell e i suoi collaboratori sono partiti da un investimento di 150.000 dollari. Il successo di PicoBrew è stato tale che, in poco tempo, il finanziamento ha superato i 570.000 dollari.

PicoBrew, infatti, consente di preparare della buona birra sia ai principianti che ai professionisti: un professionista, ovviamente, può fare delle prove più mirate, mentre un principiante può produrre birra con qualunque ricetta. In entrambi i casi, comunque, da un apparecchio del genere si possono trarre solo dei vantaggi.

Ma come funziona? In poche parole, l’apparecchio è dotato di un controller open-source in grado di connettersi a internet per scaricare delle ricette. Fatto questo, gli utenti devono semplicemente riempire il piccolo contenitore con acqua, collegare i tubi, mettere i grani nel contenitore del dispositivo chiamato “step filter”, inserire il luppolo nelle gabbie con il disegnino apposito, selezionare una delle ricette scaricate e aspettare: in meno di quattro ore la vostra birra sarà pronta, ovviamente quella non ancora fermentata.

Una volta raffreddato il composto, bisognerà aggiungere il lievito, sigillare il barile e aspettare cinque giorni prima di poter sorseggiare la vostra birra fatta in casa.

Parlando di PicoBrew, Mitchell ha dichiarato:

“Abbiamo voluto creare uno strumento che di qualità che avrebbe attirato l’attenzione anche di quelle persone del settore inizialmente non incline ad usarlo. Molte case di produzione di birra, quando hanno visto questo apparecchio, ci hanno detto ‘Questo è quello che mi serve’, perchè non avevano avuto il tempo di preparare la birra. Noi crediamo che PicoBrewer renderà ancora più divertente fare della buona birra, e questo non farà che incrementare questo ‘hobby’… “

Stando alle stime di “The Brewers Association“, oltre un milione di americani vorrebbe realizzare della birra fatta in casa. E Mitchell e suo fratello Jim sono tra questi.

Lo scorso Agosto, i due fratelli hanno dunque aperto un laboratorio e uno stabilimento di produzione nel centro di Seattale per accellerare la sperimentazione di prototipi e ricette di birra. Il loro obiettivo era quello di rendere la produzione di birre fatte in casa equivalente a quella del caffè espresso fatto in casa: rispetto al caffè, di cui il 70% è prodotto in casa, infatti, meno dell’1% della birra consumata viene prodotta in casa.

Mitchell ha spiegato che, durante i mesi di test in laboratorio, molti produttori locali di birra sono venuti per testare l’apparecchio e per gustarne i risultati: molti di questi hanno mostrato interesse nell’utilizzare PicoBrew per testare nuove ricette.

Insomma, questo prodotto sembra aver suscitato coinvolgimento e curiosità, oltre che una buona risposta da parte del pubblico, per cui Mitchell spera di poter mettere in commercio PicoBrew Zymati entro l’estate del 2014 ad un prezzo di circa 1.999 dollari.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Daniela Bella

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Daniela Bella il 02/11/2013
Categoria/e: Autoproduzione, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655