Metalli pesanti: ecco come depurarsi con alimenti e rimedi naturali

Spesso non ce ne rendiamo conto, ma il nostro organismo può facilmente venire a contatto con metalli pesanti che, a seconda del soggetto, possono avere ripercurssioni sul nostro organismo.

Sì, non ce ne rendiamo conto perchè molti di questi metalli entrano a contatto con l’organismo attraverso l’aria inquinata che respiriamo e attraverso alcuni cibi che ingeriamo.

In base agli effetti fisiopatologici, i metalli possono essere suddivisi in due gruppi: nel primo gruppo gli elementi essenziali per la vita in quanto implicati in importanti processi metabolici, mentre nel secondo gruppo sono contenuti elementi tossici per gli organismi viventi anche a basse concentrazioni.

Nel caso degli esseri umani sono noti quindici elementi in traccia essenziali: arsenico, cobalto, cromo, rame, fluoro, ferro, iodio, manganese, molibdeno, nichel, selenio, silicio, stagno, vanadio e zinco. Il secondo gruppo, invece, contiene elementi quali cadmio, mercurio, cromo e piombo.

Tali materiali, come dicevamo, possono avere numerosi effetti sul nostro organismo, talvolta anche gravi: possono infatti causare allergie, intolleranze, irritazioni, intossicazioni, possono avere effetti cancerogeni, interferire con i nostri geni e con il sistema nervoso.

Come fare, dunque, per “mettersi al riparo” da queste tossine? Ecco qui di seguito qualche pratico consiglio per depurarsi e ridurre l’esposizione e gli effetti di questi metalli con qualche rimedio naturale.

ZEOLITE. Sono una famiglia di minerali di origine vulcanica con una struttura cristallina regolare e microporosa caratterizzati da una enorme quantità di volumi vuoti interni ai cristalli. Tale struttura microporosa permette l’assorbimento dei metalli pesanti e delle sostanze dannose che circolano nel nostro corpo, oltre che lenire i problemi legati alla produzione di radicali liberi in eccesso. Viene spesso utilizzata negli apparecchi ionizzatori e alcalinizzatori per purificare l’acqua di casa. Per una vera e propria disintossicazione dai metalli pesanti, dunque, si consiglia di assumere 1 cucchiaino di zeolite in polvere 30 minuti prima dei pasti principali.

ALGA CLORELLA. Si tratta di una microalga unicellulare che vive nelle acqua dolci. Grazie alle sue proprietà, favorisce l’eliminazione dei metalli pesanti, l’espulsione delle scorie da parte dell’organismo ed è in grado di ridurre le reazioni allergiche e gli stati infiammatori dovuti all’accumulo di metalli pesanti nel nostro corpo. Può essere acquistata in tutte le erboristeria sotto forma di integratore naturale alimentare in capsule.

CORIANDOLO. Conosciuto anche come prezzemolo cinese e con il nome spagnolo cilantro, è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Apiaceae (o Umbelliferae). Appartiene alla stessa famiglia del cumino, dell’aneto, del finocchio e naturalmente del prezzemolo. La sua assunzione favorisce la rimozione del mercurio che può essere presente negli spazi tra le cellule e nel nucleo cellulare. Inoltre, può rivelarsi molto utile contro cadmio, piombo e alluminio presenti nelle ossa o nel sistema nervoso. Si consiglia di assumere il coriandolo accompagnato dalla clorella, in modo che le tossine non vengano riassorbite.

CURCUMA. E’ un genere di piante appartenente alla famiglia Zingiberaceae. Tali piante sono utilizzate con scopi alimentari e officinali. Grazie alle sue proprietà, la curcuma può rivelarsi davvero preziosa per il nostro organismo: può infatti purificare l’organismo dalle tossine, dai metalli pesanti e dagli agenti inquinanti. Purifica inoltre il sangue, facilita la digestione e la depurazione dell’organismo. Le proprietà della curcuma vengono attivate in abbinamento al pepe nero, per cui non dimenticate di aggiungere ai vostri piatti un pizzico di entrambe le spezie.

PSILLIO. Conosciuto anche come Plantago Psyllium, è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Plantaginaceae, diffusa nel bacino del Mediterraneo. Viene coltivata principalmente per i suoi semi che costituiscono un efficace ed innocuo lassativo naturale. I semi, piccoli, di colore nero, insapori e inodori, contengono una mucillagine che al contatto con l’acqua si rigonfia e aumenta di volume: il gel, che in questo modo si genera nell’intestino aumenta il volume della massa fecale, ne ammorbidisce il contenuto e stimola meccanicamente la peristalsi facilitando lo svuotamento e la defecazione. La mucillagine ha inoltre proprietà antinfiammatorie e lenitive sulla mucosa, è quindi indicata nelle coliti e nel colon irritabile. Se assunti in contemporanea con altri farmaci, però, possono ostacolarne l’assorbimento. Prima dell’assunzione, dunque, si consiglia di parlarne con un esperto.

BENTONITE. E’ un minerale argilloso composto per lo più da montmorillonite, calcio o sodio. Si trova in terreni vulcanici come prodotto di decomposizione della cenere vulcanica. Sin dall’antichità, la bentonite è riconosciuta per le sue proprietà benefiche e curative: è infatti in grado di assorbire virus e tossine e, per diversi secoli, è stata anche utilizzata sia come integratore alimentare che per il trattamento delle malattie. Poichè contiene ioni negativi, la bentonite è in grado di attirare le tossine, ma quelle cariche positivamente. Prima di assumere la bentonite, però, è importante rivolgersi ad un esperto.le tossine, cariche positivamente. Per una cura disintossicante e chelante a base di bentonite, è bene rivolgersi ad un esperto.

AGLIO. Il suo utilizzo primo è quello di condimento, ma è ugualmente usato a scopo terapeutico per le proprietà congiuntamente attribuitegli dalla scienza e dalle tradizioni popolari. E’ risaputo, infatti, che l’aglio aiuta a purificare il sangue e a migliore la circolazione. Ma l’aglio può rivelarsi un ottimo alleato anche contro i metalli pesanti: è in grado di respingere le tossine dal corpo per via del suo contenuto di zolfo, ed è in grado di proteggerci contro il mercurio. La presenza dello zolfo, inoltre, contribuisce ad ossidare metalli pesanti come cadmio e piombo, rendendoli solubili in acqua.

ACQUA E LIMONE. Anche in questo caso si tratta di un composto spesso utilizzato come “rimedio della nonna” per le sue proprietà benefiche preziose per il nostro organismo. Per ottenere acqua pura, libera dai metalli pesanti e alcalina, è possibile rivolgersi ad alcuni strumenti adatti a renderla alcalina e a depurarla dalle sostanze indesiderate. Si consiglia di bere acqua e limone la mattina, così da compiere una profonda pulizia del nostro organismo, favorendo l’eliminazione delle tossine e dei metalli pesanti.

FRUTTA E VERDURA BIO. Che la frutta e la verdura siano dei toccasana per la nostra salute non è di certo una novità. Ma bisogna fare attenzione, non per nulla abbiamo scritto “frutta e verdura BIO”: la frutta e la verdura coltivate industrialmente e con l’utilizzo di pesticidi e di fertilizzanti chimici, infatti, possono rappresentare una delle fonti primarie di metalli pesanti provenienti dalla nostra alimentazione. Per tal ragione, bisogna sempre scegliere frutta e verdura biologica, o comunque coltivata in modo naturale, permette di limitare la nostra esposizione ai metalli pesanti contenuti nei fitofarmaci. Il consumo stesso di frutta e verdura (meglio se cruda), ricca d’acqua, favorisce inoltre l’espulsione dei metalli pesanti da parte dell’organismo.

OMEGA-3. Sono una categoria di acidi grassi essenziali (come gli Omega 6), molto importanti per il corretto funzionamento dell’organismo. Gli Omega-3, grazie alle loro proprietà, sono in grado di depurare dall’organismo dai metalli pesanti, ma bisogna fare molta attenzione: alcune tipologie di pesce che lo contengono, infatti, possono presentare un elevato contenuto di metalli pesanti (come per esempio il salmone). E’ possibile, però, assumere degli integratori a base di Omega-3, facilmente reperibili in commercio. Oppure, altre sostanze che ci possono aiutare, sono i semi di lino, le noci e l’olio di lino.

[fonte:greenme.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Daniela Bella

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Daniela Bella il 28/10/2013
Categoria/e: Alimentazione, Primo piano, Sostanze Nocive.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655