Il 16 settembre scorso è rimasto vittima del palio di Asti, Mamuthones il cavallo morto  a causa delle frustate del fantino. -ieri è arrivata la notizia che un altro cavallo, Allons Enfants di 4 anni, e con già una carriera come corridore negli ippodromi, è crollato dopo l’ultima siepe nella seconda corsa della giornata.

Allons , nato nel 2009, aveva iniziato la carriera nel 2011 vincendo 21 corse e un ammontare di 44.574 euro. Solo dopo 2 stagioni di corse il cavallo è morto,e nonostante il mondo dell’ippica sia un comparto da chiudere, è sovvenzionato dallo stato.

I cavalli da corsa iniziano la loro carriera intorno ai 2 anni e dopo 2 /3 stagioni di gare vengono “riciclati” nei maneggi, ma se ciò non è possibile (i cavalli da corsa subiscono molti danni, sia a livello fisico/scheletrico che a livello psicologico, per non parlare di zampe e articolazioni,  molte volte sono irrecuperabili) allora vengono avviati al macello, o ancora, alle gare clandestine. Purtroppo bisogna dire che nonostante siano sfruttati al massimo, questi “giri” non garantiscono nemmeno il minimo per l’auto sostentamento perciò lo stato sovvenziona con soldi pubblici anche se ci troviamo in grave crisi economica.

“Procederemo ad un accesso agli atti per verificare la correttezza delle misure di sicurezza della gara, ribadendo che l’unica vera soluzione è la sospensione dei fondi pubblici e la fine di un’attività che viene presentata come nobile, mentre genera al contrario la sofferenza e come in questo caso la morte di animali che non hanno certamente scelto di gareggiare.” come dice  Giacomo Bottinelli, responsabile LAV di Grosseto.

Come non essere d’accordo con le sue parole? Basta corse, Basta manifestazioni dove gli animali, e non parlo solo di cavalli, debbano rimetterci la vita per mero divertimento.

[fonte:LAV.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente