I prodotti alla spina amici dell’ambiente

Uno dei grossi problemi che riguarda la nostra società è quello dei rifiuti; nonostante la raccolta differenziata diventi sempre più diffusa e praticata, restano ancora molti nodi da sciogliere. Proprio per cercare di porre un limite alla quantità di materiale che finisce in discarica, sempre più aziende propongono i detersivi alla spina.

I detersivi alla spina sono quella  soluzione che permette di riutilizzare più volte lo stesso flacone, riducendo notevolmente gli imballaggi. I consumatori poi, acquistano soltanto una volta il contenitore, riuscendo a risparmiare e a contribuire alla salvaguardia dell’ambiente. Ma se si desidera essere dei consumatori ancora più attenti, è necessario prediligere quei prodotti che siano ecocompatibili, ossia che presentino una composizione rispettosa dell’ambiente. Infine, perché questo progetto sia realmente utile, è bene cercare di impiegare lo stesso recipiente il maggior numero di volte possibile, impiegarlo senza esagerare nelle dosi e gettarlo negli appositi cassonetti, in modo che venga correttamente riciclato.

Il fenomeno dei detersivi alla spina coinvolge non soltanto la grande distribuzione ma anche molti negozi che propongo, esclusivamente, saponi alla spina. Qui è possibile acquistare quello per la lavatrice, per i piatti, per le mani ma anche l’ammorbidente e il detersivo per i pavimenti.

Un’altra importante innovazione, sempre del settore detersivi, riguarda quella categoria di prodotti che propongono le ricariche e che consentono quindi, di riutilizzare più volte lo stesso flacone. Per attivare le ricariche è necessario impiegare dell’acqua calda che scioglie perfino la confezione, riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente. Anche in questo caso, perché si contribuisca in maniera determinante alla salute della natura, è opportuno riusare lo stesso recipiente per più volte di seguito per poi essere conferito alla raccolta differenziata e completamente smaltito.

I detersivi alla spina hanno ricevuto il plauso dei consumatori, sempre più attenti al rispetto della natura e al risparmio economico e delle fonti energetiche. Questo successo ha spinto molti supermercati a proporre dei distributori, sempre alla spina, anche di prodotti alimentari, come pasta, riso, biscotti e persino uova; ultimamente è anche possibile acquistare il pane, la pasta ripiena e dolciumi, come cioccolatini e caramelle. I clienti possono decidere, in totale autonomia, la quantità desiderata, sistemarla nell’apposito sacchetto e pesarla. Si tratta di un sistema intelligente che permette di risparmiare sugli imballaggi, velocizza la spesa e offre la possibilità di acquistare la quantità necessaria, evitando gli sprechi. I prezzi poi sono molto ridotti, anche se paragonati alla marca del supermercato.

Inoltre, secondo il sacchetto che viene messo a disposizione, è anche possibile riutilizzarlo per il conferimento della raccolta differenziata.

Questa tendenza, in realtà, non ha niente di rivoluzionario infatti, si ispira a quanto accadeva fino a pochi decenni fa nei negozi di paesi e città, la pasta o il riso venivano confezionati in base alle richieste degli avventori. Il bisogno di ridurre i costi e i consumi, ha portato le grandi aziende a puntare su un servizio più vicino ai consumatori e alle loro esigenze. Non a caso, la grande distribuzione, da qualche tempo, ha deciso di porre in vendita grandi confezioni di pane raffermo, ideale per le famiglie che desiderano preparare il pane grattugiato o che hanno degli animali da nutrire.

Eleonora Casula

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Eleonora Casula il 22/10/2013
Categoria/e: Inquinamento, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655