17 i forni sequestrati a Napoli e provincia e ben 3200 chilogrammi di pane “avvelenato”. La legna utilizzata per cuocere il pane nei forni aveva chiodi ed era anche verniciata.

I forni sotto accusa sono tutti abusivi. Le persone coinvolte vendevano il pane soprattutto la domenica tra le strade e vicino ai negozi.

Le norme igienico-sanitarie non venivano rispettate e sembra che il pane illegale venisse distribuito anche nei ristoranti. Il pane sequestrato verrà incredibilmente dato ai canili e allo zoo della città: come a dire che per noi è cibo avvelenato mentre per gli animali no, anzi ci dovrebbero ringraziare visto il grande dono che facciamo loro.

Ormai il profitto non guarda più in faccia nessuno. Come possiamo tutelarci viste le innumerevoli truffe che vengono scoperte quotidianamente? Come facciamo ancora a fidarci del mercato?

Non so voi ma io non riesco più ad avere fiducia. Le uniche cosa da fare sono informarsi, scegliere consapevolmente, mangiare il più semplice possibile, autoprodursi ciò che si riesce. Spendiamo un pò di tempo per acquistare in modo sicuro: in gioco c’è la nostra salute!

[Fonte: www.ilmattino.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente