Lampedusa: trovati i corpi di una mamma e del suo bambino uniti dal cordone ombelicale

La tragedia di Lampedusa è ancora molto presente in ognuno di noi. I corpi di molte vittime sono ancora dispersi in mare.

In questi giorni è accaduto un avvenimento che ha trafitto il cuore anche dei meno sensibili.

Sono stati recuperati i corpi di una giovane mamma e del suo bambino appena nato uniti ancora dal cordone ombelicale.

La tragedia nella tragedia. Mentre la nave in fiamme affondava, lei era in travaglio: ha dato alla luce una piccola vita che si è spenta all’istante. E insieme sono morti, ancorati alle corrispettive pance.

Quando i sommozzatori hanno portato entrambi i corpi a bordo della nave di salvataggio il cordone si è spezzato…

Ora i loro corpi riposano insieme nella stessa bara: insieme per sempre, insieme da sempre.

Non ci sono più parole, ormai non servono più… Lasciamo il posto al raccoglimento, alla riflessione e alla conseguente costruzione. Il mondo ha bisogni di fatti, decisioni, azioni concrete. E questo bisogno è davvero urgente.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

 

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 10/10/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655