Accade a Mugnano in provincia di Napoli.

In una scuola elementare sono stati ritirati 6 alunni su 20. La motivazione? Visto che in classe c’è un alunno autistico i genitori dei 6 bambini trasferiti sono preoccupati che i figli non riescano ad apprendere adeguatamente.

Hanno chiesto il cambio di sezione negato dalla preside della scuola e di conseguenza hanno deciso per il trasferimento.

Solo poco tempo fa abbiamo parlato degli alunni ritirati perchè in classe c’erano più stranieri che italiani. Leggete l’articolo Classe con troppi stranieri: i genitori ritirano i figli italiani.

La scuola italiana dovrebbe garantire docenti e strumenti in più in grado di seguire adeguatamente chi è in difficoltà e non sempre ciò accade. Oltre a questo aspetto, però, dobbiamo ricordarci che l’obiettivo della scuola è soprattutto quello di educare ed insegnare andando oltre ai programmi didattici: cosa avranno imparato i bambini che si sono trasferiti? Sicuramente a fuggire dai problemi e dal diverso e a preoccuparsi solo di sè stessi. E si perderanno la lezione più importante della loro vita: s’impara di più dall’incontro con l’altro che dai libri di scuola!

[Fonte: napoli.repubblica.it]