L’arcobaleno di Celentano

Stavo ascoltando la radio, quando all’improvviso è passata una canzone che da tantissimo tempo non sentivo più. L’arcobaleno di Adriano Celentano.

La voglio condividere con voi perchè, a perte che è molto bella, ma ha un significato speciale. E’ dedicata ad un grande amico di Adriano e di Mogol, Lucio Battisti del quale ricorre anche l’anniversario della morte in questi giorni, il 9 Settembre.

Adriano la canta, Gianni Bella ha scritto la musica e Mogol ne ha scritto i testi e la storia narra che sia stato proprio Lucio Battisti a “suggerire” le parole e il titolo attraverso una medium e un libro che Lucio avrebbe fatto trovare alla medium. Ma a parte la storia della canzone, voglio soffermarmi sulle parole. Sono splendide.

 

Io son partito poi così d’improvviso 
che non ho avuto il tempo di salutare 
istante breve ma ancora più breve 
se c’è una luce che trafigge il tuo cuore 
L’arcobaleno è il mio messaggio d’amore 
può darsi un giorno ti riesca a toccare 
con i colori si può cancellare 
il più avvilente e desolante squallore 

Son diventato se il tramonto di sera 
e parlo come le foglie d’aprile 
e vivrò dentro ad ogni voce sincera 
e con gli uccelli vivo il canto sottile 
e il mio discorso più bello e più denso 
esprime con il silenzio il suo senso 

Io quante cose non avevo capito 
che sono chiare come stelle cadenti 
e devo dirti che è un piacere infinito 
portare queste mie valige pesanti 

Mi manchi tanto amico caro davvero 
e tante cose son rimaste da dire 
ascolta sempre e solo musica vera 
e cerca sempre se puoi di capire 

Son diventato se il tramonto di sera 
e parlo come le foglie d’aprile 
e vivrò dentro ad ogni voce sincera 
e con gli uccelli vivo il canto sottile 
e il mio discorso più bello e più denso 
esprime con il silenzio il suo senso 

Mi manchi tanto amico caro davvero 
e tante cose son rimaste da dire 
ascolta sempre e solo musica vera 
e cerca sempre se puoi di capire 
ascolta sempre e solo musica vera 
e cerca sempre se puoi di capire…

L’arcobaleno come messaggio d’amore, con i colori si può cancellare lo squallore… bene io voglio che le mie giornate siano coperte da un arcobaleno, un arcobaleno di famigliari e amici, di amore e pace e sopratutto voglio augurare a tutti voi cari fan che ci sostenete con affetto, il più bello degli arcobaleni. E voglio anche dedicarla a tutti i miei amici che non ce l’hanno fatta, a tutte quelle persone che non ci sono più, ma che sono comunque amiche di qualcuno… insomma per tutte le persone del mondo alle quali manca un amico speciale.

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 20/09/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano, Video.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655