Cacciatore di elefanti ucciso dalla sua stessa preda

In Africa il mercato illegale dell’avorio non cessa purtroppo la sua crudele attività.

Ogni giorno elefanti e rinoceronti vengono uccisi per le loro corna e zanne. La richiesta mondiale di avorio è in crescita e di conseguenza aumentano anche i bracconieri che illegalmente si intrufolano nei parchi protetti e fanno una strage di questi animali.

Ed è quello che è accaduto nello Zimbabwe: qualche mese fa tre cacciatori d’avorio si sono introdotti nel Charara National Park ma uno di loro è stato ucciso da un elefante che improvvisamente lo ha travolto uccidendolo. Probabilmente ha visto che l’uomo voleva sparargli e si è difeso.

La vicenda fa riflettere non poco: gli elefanti non sono animali aggressivi nei confronti dell’uomo ma purtroppo in quelle zone sono abituati a vedere l’uomo armato che massacra intere famiglie di elefanti e lo ritengono giustamente un pericolo.

L’aggressività non nasce dal nulla e se gli animali sono aggressivi nei nostri confronti la colpa non è certamente loro…

[Fonte: www.nelcuore.org]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 18/09/2013
Categoria/e: Animalismo, Maltrattamento, Primo piano, Sfruttamento.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655