16 Aprile 2013, Lucia Annibali, avvocato, sta rientrando a casa dopo la palestra, quando il suo ex, Luca Varani, la fa sfigurare con dell’acito gettatole in faccia da due sicari albanesi indicati in Rubin Ago Talaban e Altistin Precetaj.
Oggi dopo 5 mesi e 7 interventi, Lucia fa pubblicare le sue foto sul quotidiano Corriere della Sera, con un’intervista dove spiega il motivo dei quella foto:

“Sono pronta. Del resto sarò un’altra Lucia per tutta la vita, non posso continuare a nascondermi. Il 18 settembre compio 36 anni e per me questo sarà anche l’anno zero. Rinasco. Ricomincio tutto daccapo con la mia nuova faccia, con il naso un po’ così, con gli occhi fra l’orientale e la riempita di botte, con le sopracciglia da tatuare e la bocca buona per sorridere, finalmente, dopo l’ultima operazione. Ma posso fare di meglio e di più. Sono sicura che so fare di meglio e di più”.

Questa esperienza l’ha resa forte e determinata a mostrare la sua forza e il coraggio che in questi lunghi mesi l’hanno accompagnata, anche quando i medici pensavano che lei rimanesse cieca, lei ha lottato e con una grande forza di volontà ed è guarita. Anche se su suo volto rimarranno per sempre i segni dell’odio.

Ora vuole aiutare chi come lei è diventata una vittima di oppressioni da parte di uomini ma anche gli ustionati che combattono con le operazioni e un volto che è spesso difficile riconoscere nello specchio.

Ecco cosa racconta della sua storia:

Quello che so di lui è nelle carte, fuori dall’inchiesta non voglio più nemmeno nominarlo. La sua sorte non mi interessa minimamente. Devo pensare a me e a guarire il più possibile, lo devo a me stessa. Voglio riordinare la vita partendo proprio da quello che mi è successo. Devo dire la verità, non sto morendo dalla voglia di tornare al mio lavoro di avvocatessa, e invece mi piacerebbe moltissimo aiutare in qualche modo gli ustionati, occuparmi delle donne schiacciate da uomini inetti e incapaci di convivere con le loro fragilità. Alle donne voglio dire “voletevi bene, tanto, tantissimo. Credete in voi stesse e sappiate che ogni atto di violenza subita non dipende mai da voi che amate l’uomo sbagliato ma da lui che lo commette”. Agli ustionati come me invece dico di tenere duro e avere pazienza, tanta pazienza”.

Un gesto di estremo coraggio, brava Lucia il tuo 36esimo compleanno sarà il primo di Lucia, la nuova Lucia, sempre bella dentro e fuori.