E’ morto l’eroe che salvò un paraplegico dal naufragio della Costa Concordia

Durante la tragedia della Costa Concordia, naufragata all’isola del Giglio, Paolo Rona di 49 anni salvò Davide Ruggeri, 48enne paraplegico.

Paolo era un vigile del fuoco che sfidò con onore e coraggio il gigante che affondava per salvare il Maresciallo dell’areonautica in pensione, costretto sulla sedia a rotelle e abbandonato da tutti durante il naufragio.

Perfino la moglie lo lasciò solo in quegli istanti terribili dove il caos regnava e le vite dei passeggeri erano a rischio.

In quel terribile frangente Paolo prese Davide in braccio e lo portò fino alla scialuppa, e dal quel momento nacque una splendida amicizia, stroncata purtroppo da un male terribile che ha colpito il vigile eroe, un tumore.

La malattia che se lo è portato via era cominciata da un dolore alla spalla che però non gli impedì di salvare la vita anche alla moglie Piera Tavazza con la quale aveva voluto festeggiare il 25° anniversario di matrimonio in crociera.

Per cercare di debellare il suo male si era sottoposto a cure massicce, pensando che il suo fisico da salutista rispondesse bene. «Non faceva mai trapelare la sua sofferenza — hanno commentato gli amici — quindi noi non abbiamo mai capito esattamente la gravità della situazione».

Quando commentava il fatto che lo chiamavano eroe diceva: «Non voglio essere chiamato eroe, vado in tv a raccontare ciò che ho visto, solo perché non voglio che tragedie simili si ripetano»

Paolo non è certo mancato al suo funerale.

Qualche mese fa il sindaco di Pavia, Alessandro Cattaneo gli aveva consegnato il San Siro, la più prestigiosa benemerenza cittadina.

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 01/09/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655