Moritz Erhardt era un ragazzo tedesco di soli 21 anni. E’ stato trovato morto nella sua stanza a Londra, città in cui si trovava per svolgere un tirocinio nella sede britannica della Bank of America.

Le cause della sua morte non sono ancora chiare: lui soffriva di epilessia e forse questa sua condizione ha avuto un peso nella sua morte. Questo tragico evento ha però acceso i riflettori su una realtà spesso celata ma molto diffusa.

I suoi colleghi hanno raccontato infatti che negli ultimi tre giorni prima del decesso Moritz aveva lavorato per ben 21 ore di fila bevendo di continuo caffè per riuscire a rimanere sveglio.

Un ex banchiere ha dichiarato che solitamente i tirocinanti lavorano 14 ore al giorno.  Queste le sue parole: “Di solito arrivano a 100-110 ore di lavoro alla settimana ma la gente sa quanto sia difficile e stressante questo tipo di impiego”. I tirocinanti vengono pagati oltre 3000 euro mensili.

Che sia stato o meno l’eccessivo lavoro ad uccidere Moritz ancora non si sa. Sta di fatto che viviamo in un’epoca davvero malata dove c’è chi non riesce a trovare lavoro e chi invece lavora troppo: in entrambi i casi si rischia salute e vita…

[Fonte: www.lastampa.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente