Street art: gomitoli e fantasia

Avevamo già parlato di Street art in un altro articolo, dove si parlava di questo tipo di arte di strada come espressione  di molti artisti e di come potrebbe essere “usata” per abbellire le strade e come arredo urbano per dare un tocco di colore alle nostre città.

Quest’altro tipo di arte si chiama Guerilla Knitting, un fenomeno colorato di street art, e fonda le sue basi sull’antica arte  del fare la maglia.Di solito si identifica con “Guerilla”, tutto ciò che viene fatto in maniera diversa dal solito, in maniera nascosta.  Guerilla Knitting è un tentativo di valorizzare gli spazi urbani “clandestinamente” con maglie tricot, lanciando nello stesso tempo messaggi di tipo sociali e politici.

Monumenti, alberi, autobus e cabine telefoniche vengono rivestite con lavori fatti con la lana, usando a volte la tecnica del “patchwork”, unendo vari pezzi diversi tra loro e  i cui colori non passano inosservati.

Magda Sayeg  è l’artista più famosa in questo campo, realizza veri e propri abiti che poi fa indossare a monumenti, mezzi di trasporto e marciapiedi. Le sue creazioni abbelliscono metropoli come Città del MessicoNew York e Parigi. Nel 2010 la città di Roma ha avuto l’onore di ospitare la sua prima personale La stessa è fondatrice del Knitta Please, un progetto dedicato agli appassionati del lavoro a maglia, volto a diffondere la passione e le abilità necessarie per realizzare una metamorfosi del paesaggio.

In Cornovaglia, Graffiti Grannys è un gruppo di signore (età tra i 50 e i 97 anni) si dedicano al lavoro a maglia per la decorazione di parchi ed aree verdi, con l’intento di salvarli dal grigiore e dalla trascuratezza. La loro passione per la maglia le ha portate a divertirsi “decorando” in questa maniera gli spazi della loro città.

La città di Padova è invasa da “Banksy” che “inseriscono” le loro “opere” un po’ ovunque.
Io, che con la mia macchina della maglieria, mi ero limitata a fare dei semplici para spifferi, magari usando le rimanenze dei gomitoli di lana che mi avanzavano dai lavori “principali”, trovo queste idee veramente originali e simpaticissime. In queste foto, vedremo come la fantasia e il colore possono davvero dare un tocco in più a ciò che ci circonda, e non parlo solo di lampioni o cestini della spazzatura, ma anche alberi e cespugli.

Marina Cau

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Marina Cau il 08/08/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655