Un recente studio punta il dito sul consumo di carne. La ricerca è stata svolta dalla University of Minnesota institute on the environment e pubblicata sulla nota rivista Iop science environmental research letters.

Ciò che viene dichiarato nello studio è che la carne bovina fornisce ad una persona appena il 10 per cento delle calorie acquisite dall’animale dai prodotti agricoli. Ciò accade perchè è una carne meno calorica di quella suina o ovina.

Chi spreca in assoluto di più sono gli Stati Uniti perchè rappresentano i primi esportatori mondiali di carne bovina. Se essi smettessero di allevare e macellare bovini si sfamerebbero molte più persone, almeno tre volte tanto.

Pensate che eliminando la carne bovina dalla dieta preferendo quella suina o ovina si arriverebbe ad alimentare 357 milioni di individui in più nel mondo mentre una dieta vegetariana riuscirebbe a sfamare ben  850 milioni di persone in più.

Questo studio merita una riflessione da parte di ciascuno di noi.

[Fonte: Repubblica.it]