Guardare il video che vi mostriamo oggi mette rabbia, tristezza, amarezza, delusione.

E’ un vero e proprio video dell’orrore: si assiste all’umiliazione fisica e mentale continua subita da Michele, un ragazzo autistico di 15 anni.

Le persone che dovrebbero prendersi cura di lui, cioè la sua insegnante di sostegno e l’assistente sociale, si rivelano invece dei mostri. Calci, schiaffi, insulti, molestie di ogni tipo sono all’ordine del giorno per il povero ragazzo.

I carabinieri hanno posizionato una telecamera a scuola che ha ripreso le violenze subite da Michele: pensate che nemmeno i carabinieri sono riusciti a trattenersi e a continuare a filmare le strazianti scene. In seguito ad alcuni giorni di riprese la violenza era arrivata ad un tale livello che sono dovuti intervenire e portare il ragazzo in salvo.

Il video suscita angoscia e ci si chiede come è possibile giungere ad un così alto livello di aggressività soprattutto con persone deboli ed indifese come Michele, il quale purtroppo si porterà il segno di questa brutta esperienza per tutta la vita.

Chi ha il compito di educare i nostri figli, disabili o meno, lo dovrebbe fare con amore e disinteresse, dovrebbe aver fatto un lavoro approfondito su se stesso e ci dovrebbe mettere una gran passione. Essere educatore non vuol dire avere una laurea ma significa esserlo nel cuore e pensarlo come missione di vita. Se si è stressati o se si hanno altri problemi e non si riesce a gestire la situazione è doveroso prima di tutto  risolvere le proprie fatiche psichiche.

Gli educatori non hanno a che fare con macchine ma con vite umane in divenire e la loro impronta è fondamentale, nel bene e nel male.

Per vedere il video dell’orrore e leggere la vicenda in modo approfondito andate al seguente link http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2013/6-giugno-2013/calci-schiaffi-insulti-disabile-cosi-maestre-umiliavano-2221522623233.shtml

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente