Consigli Montessori per rendere una casa a misura di bambino

massaggiobimbo

“I bambini osservano tutti gli aspetti dell’ambiente che li circonda, studiano con attenzione i suoni, i colori, i motivi, i sapori, le consistenze….

La stanza deve essere luminosa e variopinta, pulita e ordinata. Tenendo a mente queste osservazioni, guardate il locale dalla prospettiva del bambino. Accovacciatevi sul pavimento. Che cosa vedete? Che cosa sentite? …

… appendete una giostrina sopra il lettino e il fasciatoio, perchè abbia qualcosa da osservare. Potete anche realizzarne alcune a mano e sostituirle di tanto in tanto per offrirgli cose nuove da guardare.

Decorate le pareti della cameretta con immagini appese molto in basso (a un’altezza equivalente al livello degli occhi quando il bambino è abbastanza grande per camminare). Evitate i soliti personaggi dei cartoni animati e le immagini commerciali del cinema e della televisione. Preferite stampe artistiche o poster che raffigurino scene gradevoli con bimbi e animali. In questi anni di acuta sensibilità, vale la pena di mettere vostro figlio in contatto con oggetti di buona qualità.

I giocattoli più adatti. Non c’è bisogno di acquistare costosi giocattoli a batteria… preferite invece quelli che il bambino può impilare e assemblare o con cui può interagire in un modo o nell’altro. Evitate quelli che si limitano a fare qualcosa mentre il piccino li guarda. Incoraggiate vostro figlio a impegnarsi attivamente, non a essere un osservatore passivo.

Scegliete robusti giocattoli in legno anzichè i modelli di plastica disponibili in tutti i negozi moderni. Ricordate che il piccino è in un periodo sensitivo in cui registra forti impressioni sensoriali. I giocattoli di plastica sono più o meno indistruttibili e relativamente economici, ma i bambini non li amano come quelli di legno e tendono a trattarli con maggiore negligenza. Uno dei nostri obiettivi è insegnare loro l’amore per le cose belle sin dalla più tenera età, coltivando al tempo stesso il loro senso dell’ordine. Anzichè usare una scatola riponete i giocattoli su alcune mensole. Se un giocattolo è formato da tante piccole parti conservatele tutte insieme in un cestino.

lettino-futon_03

Immagine by Arch. Ilaria Vasdeki, Madori Design

Il primo lettino di vostro figlio può essere un lettino con le sponde o, in alternativa, un piccolo futon o un materasso adagiato sul pavimento. Un letto così basso avrà proprio l’altezza giusta affinchè il bambino possa scendere o salire quando sarà abbastanzagrande per spostarsi.Purchè la cameretta sia del tutto sicura, esplorarla è molto più interessante che essere confinati tra quattro sponde. Il locale può diventare una zona di gioco perfetta”. Tim Seldin “I bambini hanno bisogno di fiducia. Il metodo Montessori oggi per crescere figli felici”

Questi i suggerimenti di Tim Seldin,pedagogista statunitense e attualmente presidente della Fondazione Montessori e del Consiglio Internazionale Montessori.

Come già vi accennavo negli altri articoli, l’ambiente, la sua preparazione, è fondamentale nel metodo Montessori. A tal proposito oggi voglio illustrarvi alcune soluzioni trovate da alcune amiche del gruppo Facebook “Spunti montessoriani (e non solo) per genitori”, che seguo da un pò, e alcune che ho adottato a casa mia, per mostrarvi come bastano davvero poche mosse per rendere una casa a misura di bambino, anche con poco spazio e senza grandi risorse.

1) Partiamo da LETTINI e CAMERETTE

Immagine by Lara Farotti

Immagine by Lara Farotti

Cameretta di Lara Farotti. Qui possiamo vedere la semplicità e la cura nella scelta dei materiali e dei disegni. Lei ha utilizzato dei bancali per il letto e un tavolo con una panchetta di cartone. Io lo trovo assolutamente meraviglioso! E anche i disegni sul muro che richiamano la natura pura e selvaggia a me piace davvero moltissimo!

Immagine by Manuela Griso

Immagine by Manuela Griso

Camera di mia figlia, 34 mesi. Lettino Basso in legno costruito da me, con rotelline applicate sotto alla struttura che così diventa semplice da spostare.

Immagine by Serena Reggiani

Immagine by Serena Reggiani

Cameretta di Serena Reggiani. Qui possiamo notare una cameretta più “completa”, ovvero che viene utilizzata anche come zona gioco. Tutto in ordine, ogni cosa ha il suo posto, non troppo piena, tutto a portata di bimbo. La trovo un’ottima soluzione!

Per i più grandicelli vediamo la proposta di Corinna De Marchi.

Immagine by Corinna De Marchi

Immagine by Corinna De Marchi

Una stanza da veri marinai, luminosissima, ordinata, pulita e semplice. Idea molto carina della rete a soffitto che sicuramente affascina tutti i bambini.

Casa-consigli-Montessori4

Questa immagine è stata presa dal web. E’ un’idea sicuramente molto pratica sia per rendere i bimbi autonomi , sia per chi deve occuparsi di loro in modo saltuario ( sia per i papà che dimenticano spesso dove sono i vestiti dei bimbi! 😉 )

Elena Bessi ci offre una soluzione un po’ più sobria della versione trovata sul web.

Immagine by Elena Bessi

Immagine by Elena Bessi

Passiamo ora agli ambienti della casa dove ovviamente anche un bimbo vive.

2) Guardiamo perciò le soluzioni di INGRESSI, SALOTTI E LIBRERIE/AREA GIOCO

Immagine by Michela Zaninetti

Immagine by Michela Zaninetti

Ci vuole veramente poco per rendere i bimbi autonomi. Avere degli appendini alla loro altezza consente loro di poter prendere da soli la giacca e vestirsi e di riporla quando rientrano.

Immagine by Manuela Griso

Immagine by Manuela Griso

Questa è la camera di mia figlia. Appendino basso, mensole per riporre le scarpe e porta cappelli e sciarpe Ikea. Lei è autonoma ed io felice di vedere ordine!!!Perchè ricordiamoci che ad un ordine esterno corrisponde un ordine interiore!

Immagine by Michela Zaninetti

Immagine by Michela Zaninetti

Riporto le parole di Michela Zaninetti per questa immagine: “un gradino che fa la felicità e rende autonomo un bambino”.

Immagine by Elena Bessi

Immagine by Elena Bessi

Salotto di Elena Bessi. Anche qui troviamo ordine e pulizia. Ogni gioco ha il suo giusto spazio, non sono ammassati uno sull’altro in grandi scatole. Tutto a portata di bimba e tutto l’ambiente appare armonioso.

Immagine by Marianna Migotti

Immagine by Marianna Migotti

Marianna Migotti ci offre una soluzione per la libreria dei nostri piccini: riciclosa, economica e assolutamente meravigliosa! Io la adoro! dovrò commissionarne una! E’ composta da bancali tagliati e legno. Davvero i miei complimenti!!!

Immagine by Marika Novaresio

Immagine by Marika Novaresio

Marika Novaresio ci propone un angolo preparato con diversi lavori. Attività divise, spazi delimitati, materiali sensoriali e di anatomia… tutto a portata di bambino, favorisce la libera scelta e aiuta l’interesse spontaneo verso attività intelligenti.

Immagine by Serena

Immagine by Serena Maniscalco

Serena Maniscalco e la sua area gioco.

Organizzata, tutto a portata di bimbo, ordinata, bei libri esposti. Soluzione semplice ed efficace!

Immagine by Anna Locati

Immagine by Anna Locati

Angolo morbido con libreria di Anna Locati. Semplice ma nello stesso tempo con accorgimenti ricercati, molto caldo, accogliente, delicatamente intimo. Lo trovo meraviglioso!

3) CUCINA

Per facilitare il lavoro dei bimbi e anche quello di noi adulti, è conveniente adottare alcuni accorgimenti che possono davvero semplificare la vita quotidiana, allietare le ansie di noi mamme e rendere più autonomi i nostri bambini. Ecco qui alcune semplici soluzioni.

Immagine by Manuela Griso

Immagine by Manuela Griso

Questo è il cassetto della mia cucina. Come potete vedere dentro ci sono la tovaglia, piatti, bicchieri e posate. Semplicemente liberando e riorganizzando un cassetto si può dare autonomia a loro e offrire un aiuto a noi. Potranno apparecchiare il tavolo sentendosi utili e parte integrante della famiglia.

Immagine by Elena Bessi

Immagine by Elena Bessi

Learning Tower di Elena Bessi. Ecco il suo album tutorial su Facebook per poterla realizzare in casa!

Questo materiale è molto apprezzato dai bambini e facilita le mamme: niente più ansie che il bambino possa cadere dalla sedia mentre tenta di aiutarvi in cucina!!! 🙂

Immagine by Corinna De Marchi

Immagine by Corinna De Marchi

4) BAGNO

Immagine by Manuela Griso

Immagine by Manuela Griso

Questo è il mobile del bagno delle mie bambine. Perdonate le brutte etichette ancora attaccate, che devo assolutamente buttare via e mettere etichette serie di ciò che contengono i vari cassetti, ma è tutto ancora in costruzione essendo una soluzione avviata da poco.

Però come potete vedere dalla foto c’è tutto l’occorrente per l’igiene e la cura della persona: spazzole, elastici e mollettine nel cestino, latte detergente, cotone, crema per il viso, burro di cacao, cotton fioc, spugne per lavarsi il viso e asciugamano. Tutto il kit per vere principesse! (Per i principi basta togliere mollettine ed elastici!;-) )

Casa-consigli-Montessori18

Qui c’è il bidè adibito a lavandino, con sapone, spazzolini e dentifricio (in attesa di una mensola su cui posizionare gli spazzolini e un bicchierino), specchio e asciugamani. Non fate caso al mio fanatismo che ho addirittura fatto mettere il water basso proprio per i bimbi ;-P!

Come vedete non serve essere degli esperti del metodo Montessori o in pedagogia, e adottare soluzioni difficoltose… basta organizzare bene gli spazi, selezionare i giocattoli, dividere le attività e mettere tutto alla giusta altezza per aiutare i bambini a fare da soli, insegnare loro l’amore per l’ambiente e le cose belle, a prendersi cura di sè, degli oggetti e della casa. Questo creerà sicuramente adulti (loro) indipendenti nel pensiero e nell’azione e più armonia in casa negli adulti che si occupano di loro, vedendo come il bambino spontaneamente risponde a questi cambiamenti in modo positivo e come questi faciliteranno anche i suoi compiti.

Ringrazio tutte le ragazze del gruppo sopracitato che mi hanno concesso di utilizzare le loro foto per questo articolo: GRAZIEEEEE!!!

Vivere Montessori vi augura una buona organizzazione degli ambienti domestici per l’autonomia dei vostri piccoli!!!

 Educatrice Manuela Griso

Educatrice Manuela Griso

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Educatrice Manuela Griso il 05/01/2015
Categoria/e: Anteprima, Vivere Montessori.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655